Automa > News >

SPECTRA per il monitoraggio continuo del gas naturale

SPECTRA per il monitoraggio continuo del gas naturale
  • News
SPECTRA protagonista in Applied Spectroscopy: l’innovazione nella misura degli odorizzanti frutto dell’estro imprenditoriale e della collaborazione scientifica con l’università

La soluzione SPECTRA nasce dalla volontà di AUTOMA di proporre un’alternativa alla gascromatografia tradizionalmente utilizzata per il monitoraggio continuo del gas naturale e dell’odorizzante in esso contenuto.

Nonostante la misura gascromatografica sia precisa e robusta, è anche piuttosto onerosa sia in fase di acquisto e sia in fase di manutenzione, in termini di necessità di personale specializzato e di materiali consumabili. Ha inoltre requisiti tali da non consentirne il funzionamento continuativo, autonomo e direttamente in situ. Per questi motivi la gascromatografia non fornisce un monitoraggio continuo nel tempo ed poco efficace nella rilevazione tempestiva di malfunzionamenti e situazioni anomale.

Lo SPECTRA, che si basa invece sulla spettroscopia di assorbimento UV-Visibile, è concepito per l’installazione in situ e per il funzionamento totalmente automatico e senza supervisione umana. Ciò consente un monitoraggio continuo e puntuale degli eventi anomali che si verificano nella rete di distribuzione.

Forte dei risultati positivi ottenuti sul campo già dal 2014, AUTOMA ha puntato ad ottenere, ed ha ottenuto, la validazione scientifica del metodo di misura attraverso la pubblicazione di un articolo che descrive il metodo di misura alla base della soluzione SPECTRA su Applied Spectroscopy, rivista scientifica con peer-review, estremamente specializzata nella spettroscopia e nelle sue innumerevoli applicazioni.

Odorant Monitoring in Natural Gas Pipelines Using Ultraviolet–Visible Spectroscopy

L’articolo scientifico “Odorant Monitoring in Natural Gas Pipelines Using Ultraviolet–Visible Spectroscopy” è il frutto della collaborazione di AUTOMA con esperti di diversi enti di ricerca: Dr.ssa Rossana Galassi (Università di Camerino), Dr. Christian Contini (Automa), Ing. Matteo Pucci (Automa), Ing. Ennio Gambi (Università Politecnica delle Marche) e Dr. Gabriele Manca (CNR- ICCOM, Firenze) ed è composto da quattro sezioni principali:

  • Introduzione
  • Analisi spettroscopica
  • Analisi computazionale
  • Sezione sperimentale

Dalla pubblicazione di questo articolo è ormai evidente e definitivo che la soluzione SPECTRA si basa su un metodo di misura scientificamente rigoroso, che le misure di concentrazione degli odorizzanti sono totalmente indipendenti dalla variabilità della concentrazione degli idrocarburi che costituiscono la quasi totalità del gas naturale, e che questi assorbimenti sono dovuti alla specifica struttura molecolare degli odorizzanti. Inoltre, il metodo potrà essere applicato efficacemente anche alla misurazione di altri composti solforati e di idrocarburi aromatici.

Per conoscere i dettagli della pubblicazione, vi invitiamo a scaricare qui l’articolo redatto in collaborazione con la Dr.ssa Rossana Galassi dell’Università di Camerino.
Inoltre, potete consultare l’intero articolo al seguente link permanente: https://doi.org/10.1177/0003702820960737

Un risultato di cui possiamo andare veramente fieri

Questo risultato rappresenta il primo riconoscimento scientifico della validità del sistema di misura SPECTRA nell’ambito della misura degli odorizzanti del gas naturale e si va ad aggiungere a tanti altri successi che negli anni hanno premiato l’estro imprenditoriale e la ricerca continua di AUTOMA.